Silvia Borello

“Ciò che cerco e desidero è aprire una finestra tra mondi apparentemente così diversi,

andare fuori per poi tornare a casa e regalare ciò che ho appreso.”

Nata a Torino, studia danza da piccolissima. Nel 2004 ha una piccola parte in una pubblicità e dopo poco scopre il teatro e il canto. Tra il 2009 e il 2010 decide di puntare e approfondire la sua educazione artistica iscrivendosi alla Bernstein School of Musical Theater di Bologna, dove si diploma nel 2013. Successivamente inizia ad approfondire altri aspetti della formazione artistica dedicandosi al teatro danza e al teatro di comunità. Nel 2014 decide di andare a Berlino per un periodo di ricerca. Torna poco dopo insoddisfatta, desiderosa di trovare una propria forma di espressione sincera e onesta. L’anno successivo scopre il clown attraverso un seminario tenuto da Antonio Villella (maestro e regista con cui collabora tutt’ora). Granada, Parigi, Barcellona, Montreal, Torino, Berlino sono le prime di una lunga serie di grandi città di cui ha esperienza artistica.

Silvia è un’artista che fonde differenti linguaggi per trovare sempre modi diversi per avvicinarsi al pubblico e alle persone. Negli ultimi anni ha focalizzato la sua ricerca e il suo studio sul clown, cercando di creare nuovi canali per entrare in comunicazione con gli altri e con l’intento di tirar fuori il vero potenziale nascosto.
Silvia è stata selezionata come vincitrice del bando Movin’ Up del 2018 dal circuito dei Giovani Artisti Italiani (GAI). Janela supporta l’artista nella scrittura di bandi, nelle domande e nella promozione a livello internazionale, attraverso domande per seminari/workshop/residenze artistiche.